Fatto a Carrara Moda

Marmo da indossare. I Gioielli di Fiammetta

2 Dicembre, 2018

La storia del marmo della famiglia Vanelli inizia nel 1818 quando la duchessa Maria Beatrice d’Este concesse alla famiglia Vanelli il diritto di estrarre il marmo bianco di Carrara. Sino dal diciannovesimo secolo, le cave di Vanelli hanno fornito marmo per la costruzione di opere pubbliche nelle più importanti capitali europee. Nel 1960, Aldo Vanelli acquisì la cava di famiglia chiamata Zona 67. Oggi, con l’avvento della robotica, l’azienda di famiglia realizza e opere d’arte complesse e progetti speciali.

Fiammetta Vanelli è la declinazione femminile di una lunga tradizione familiare. Modellare l’anima solida di una pietra in forme morbide e accoglienti con una sensibilità femminile: questo è il fascino di Fiammetta, una donna fantastica di grande talento che ho avuto l’onere di conoscere e per la quale ho potuto lavorare.

 

 

Fiammetta Vannelli ha creato due marchi: uno dedicato alla collezione casa e uno al mondo della moda. Oggi parliamo di  Zona 67, la sua preziosa linea di gioielli!

La collezione è composta da bracciali, collane, bottoni e gemelli da uomo. I marmi delle cave di famiglia Statuario bianco, Portoro nero, Bardiglio grigio, Paonazzo vengono tagliati come pietre preziose in una linea esclusiva di gioielli di moda.

Marmo, argento e pelle si fondono in oggetti raffinati che non sono mai banali!

I suoi oggetti combinano la millenaria tradizione artigianale italiana con le tecnologie più avanzate e ogni creazione è un pezzo unico. I materiali con cui sono realizzati i suoi gioielli provengono dalle cave di famiglia qui a Carrara.

www.zona67.com

 

Annalisa Guerisoli